FRIULI VENEZIA GIULIA aree di crisi NON COMPLESSAFRIULI VENEZIA GIULIA: disponibili 4,3 milioni per agevolazioni allle imprese nelle aree di crisi industriale non complessa della Regione.
FINALITA': promuovere iniziative imprenditoriali tese al rafforzamento del tessuto produttivo locale e all’attrazione di nuovi investimenti in Friuli Venezia Giulia.
RISORSE: sono disponibili € 4.308.874,80 milioni.
BENEFICIARI: imprese già costituite in forma di società di capitali; possono altresì presentare domanda di agevolazione le società cooperative e le società consortili.
SETTORI AMMISSIBILI: purché realizzate nel territorio dei Comuni agevolati, sono ammissibili alle agevolazioni programmi di investimento produttivo e/o programmi di investimento per la tutela ambientale, eventualmente completati da progetti per l’innovazione dell’organizzazione, con spese (ammissibili) non inferiori a 1,5 milioni di euro.
CONTRIBUTI: le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo in conto impianti, dell’eventuale contributo diretto alla spesa e del finanziamento agevolato. 
Il finanziamento agevolato concedibile è pari al 50% degli investimenti ammissibili. 
DOMANDE:  per l’accesso alle agevolazioni potranno essere presentate dal 31 gennaio 2019 fino ad esaurimento delle risorse disponibili. 

CHIEDI INFORMAZIONI 150CHIEDI APPUNTAMENTO 150 BIANCO

FRIULI VENEZIA GIULIA - aree di crisi industriale


logo Campania contributi 300px

 

Chiedi Appuntamento a Trieste

Chiedi Appuntamento a Milano

Chiedi Appuntamento in altre città

FRIULI VENEZIA GIULIA - aree di crisi industriale

Avviso pubblico per la selezione di iniziative imprenditoriali, tramite ricorso al regime di
aiuto di cui alla legge n. 181/1989, nei territori dei comuni della Regione Friuli Venezia Giulia
ricompresi nell’elenco delle aree di crisi industriale non complessa individuate ai sensi del
Decreto Direttoriale del 19 dicembre 2016.

FINALITÀ

Promuovere la realizzazione di una o più iniziative imprenditoriali nel territorio dei
Comuni ammessi alle agevolazioni, finalizzate al rafforzamento del tessuto produttivo
locale e all’attrazione di nuovi investimenti.

BENEFICIARI

Le domande di agevolazione debbono essere presentate da:

  • imprese già costituite in forma di società di capitali;
  • possono altresì presentare domanda di agevolazione le società cooperative di cui all’art. 2511 e seguenti del codice civile e le società consortili di cui all’art. 2615-ter del codice civile.

LOCALIZZAZIONE

Le iniziative imprenditoriali devono essere realizzate nel territorio dei Comuni ammessi, come da elenco sottostante.

PROGRAMMI AMMESSI

LE INIZIATIVE IMPRENDITORIALI DEVONO PREVEDERE LA REALIZZAZIONE:

  • a. di programmi di investimento produttivo e/o programmi di investimento per la tutela
    ambientale, eventualmente completati da progetti per l’innovazione dell’organizzazione;
  • b. di programmi occupazionali finalizzati ad incrementare il numero degli addetti
    dell’unità produttiva oggetto del programma di investimento.

IMPORTO DEI PROGRAMMI DI SPESA

Le iniziative imprenditoriali debbono prevedere programmi di investimento con spese ammissibili di importo non inferiore a euro 1.500.000,00 (unmilionecinquecentomila).

RISORSE FINANZIARIE

L’ammontare complessivo delle risorse per la concessione delle agevolazioni è pari a euro 4.308.874,80

CONTRIBUTO

Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo in conto impianti, dell’eventuale
contributo diretto alla spesa e del finanziamento agevolato, alle condizioni ed entro i limiti
delle intensità massime di aiuto previste dal regolamento (UE) n. 651/2014 (“Regolamento
GBER”).

  • Il finanziamento agevolato concedibile è pari al 50% degli investimenti ammissibili.

Il contributo in conto impianti e l’eventuale contributo diretto alla spesa sono complessivamente di importo non inferiore al 3% della spesa ammissibile.

  • L’importo complessivo massimo del contributo in conto impianti e dell’eventuale contributo diretto alla spesa è determinato, in relazione all’ammontare del finanziamento agevolato, nei limiti delle intensità massime di aiuto previste dal Regolamento GBER.

COMUNI AMMESSI

Comuni della Regione Friuli Venezia Giulia ricompresi nell’elenco delle aree di crisi industriale non complessa (Decreto direttoriale 19 dicembre 2016)

COMUNI SLL MONFALCONE

  • Doberdò Del Lago
  • Fogliano Redipuglia
  • Monfalcone
  • Ronchi Dei Legionari
  • San Canzian D'Isonzo
  • San Pier D'Isonzo
  • Staranzano
  • Turriaco

COMUNI SLL GORIZIA

  • Capriva Del Friuli
  • Cormons
  • Farra D'Isonzo
  • Gorizia
  • Gradisca D'Isonzo
  • Mariano Del Friuli
  • Medea
  • Moraro
  • Mossa
  • Romans D'Isonzo
  • Sagrado
  • San Floriano Del Collio
  • San Lorenzo Isontino
  • Savogna D'Isonzo
  • Villesse

COMUNI SLL CIVIDALE DEL FRIULI

  • Chiopris-Viscone
  • Cividale Del Friuli
  • Corno Di Rosazzo
  • Dolegna Del Collio
  • Drenchia
  • Faedis
  • Grimacco
  • Manzano
  • Moimacco
  • Premariacco
  • Prepotto
  • Pulfero
  • San Giovanni Al Natisone
  • San Leonardo
  • San Pietro Al Natisone
  • Savogna
  • Stregna
  • Torreano

COMUNI SLL SAN GIORGIO DI NOGARO

  • Aiello Del Friuli
  • Aquileia
  • Bagnaria Arsa
  • Bicinicco
  • Campolongo Tapogliano
  • Carlino
  • Castions Di Strada
  • Cervignano Del Friuli
  • Fiumicello
  • Gonars
  • Grado
  • Marano Lagunare
  • Palmanova
  • Porpetto
  • Ruda
  • San Giorgio Di Nogaro
  • San Vito Al Torre
  • Santa Maria La Longa
  • Terzo D'aquileia
  • Torviscosa
  • Trivignano Udinese
  • Villa Vicentina
  • Visco

COMUNI SLL UDINE

  • Buja
  • Buttrio
  • Osoppo
  • Pavia di Udine

COMUNI SLL PORTOGRUARO

  • Pravisdomini

COMUNI SLL PORDENONE

  • Brugnera
  • Budoia
  • Cordovado
  • Fontanafredda
  • Pasiano di Pordenone
  • Porcia
  • Pordenone
  • Prata di Pordenone
  • San Vito al Tagliamento
  • Zoppola

COMUNI SLL TRIESTE

  • Duino-Aurisina

COMUNI SLL TOLMEZZO

  • Amaro
  • Tolmezzo

GRANDI IMPRESE

Le grandi imprese possono presentare domanda solo all’interno dei seguenti 18 comuni:

  • Aiello del Friuli,
  • Bagnaria Arsa,
  • Brugnera,
  • Buttrio,
  • Chiopris-Viscone,
  • Cormons,
  • Corno di Rosazzo,
  • Fontanafredda,
  • Manzano,
  • Pasiano di Pordenone,
  • Pavia di Udine,
  • Porcia,
  • Prata di Pordenone,
  • Pravisdomini,
  • San Giorgio di Nogaro,
  • San Giovanni al Natisone,
  • San Vito al Torre,
  • Torviscosa.

DOMANDE

Le domande sono esaminate sulla base di procedura valutativa con procedimento a sportello.

  • Le domande di agevolazione possono essere presentate a partire dalle ore 12.00 del 31 gennaio 2019

CHIEDI INFORMAZIONI 150CHIEDI APPUNTAMENTO 150 BIANCO

 MISE IMPRESE SOCIALI 800 10m

 .

 .

CONTRATTI DI SVILUPPO IMPRESE AGROINDUSTRIALI BANNER 800 

 .

 .

INTERNAZIONALIZZAZIONE FINANZIAMENTI E AGEVOLAZIONI 800

 .

 . 

LIQUIDITà 800

 .

 .

SABATINI PER ACQUISTO ATTREZZATURE 800

 .

 .

ANTICIPO FATTURE BANNER 800

 .

 .

PRESTITO SCORTE E CIRCOLANTE 800

 .

 .

Campania Contributi

CHIEDI INFORMAZIONI 150CHIEDI APPUNTAMENTO 150 BIANCO

 

TI INTERESSANO AGEVOLAZIONI FINANZIARIE DI UN ALTRA REGIONE?

VISITA IL SITO DI ITALIA CONTRIBUTI

ITALIA CONTRIBUTI

 VISITA ANCHE I NOSTRI SITI REGIONALI

- LombardiaContributi.it

- PiemonteContributi.it

- VenetoContributi.it

- ValledAostaContributi.it

- LiguriaContributi.it

- TrentinoAltoAdigeContributi.it

- FriuliVeneziaGiuliaContributi.it

- EmiliaRomagnaContributi.it

- ToscanaContributi.it

- UmbriaContributi.it

- MarcheContributi.it

- LazioContributi.it

- AbruzzoContributi.it

- MoliseContributi.it

- CampaniaContributi.it

- PugliaContributi.it

- BasilicataContributi.it

- CalabriaContributi.it

- SiciliaContributi.it

- SardegnaContributi.it


Logo Italia Contributi

® ITALIA CONTRIBUTI E' UN MARCHIO REGISTRATO E PROTETTO
Tutti i diritti sono riservati
Vietato riprodurre, copiare o ripubblicare articoli e contenuti senza autorizzazione

.

.

.

CHIEDI INFORMAZIONI 150CHIEDI APPUNTAMENTO 150 BIANCO